banner

                      

 

IL CONSORZIO ORGOGLIO BRESCIA

Il 12 dicembre 2014 si è costituito  il Consorzio "Orgoglio Brescia" per volontà di 18 importanti aziende del territorio che, assieme all'Associazione Industriale Bresciana, hanno creduto in un sogno: realizzare in tempi record quella che poi sarebbe diventata l'icona di Expo Milano 2015, riconosciuta anche a livello mondiale, l’Albero della Vita.

L’Albero della Vita rappresenta l'orgoglio a tutto tondo, è il simbolo della capacità del 'saper fare', della caparbietà e tenacia della gente, e degli imprenditori del territorio bresciano.

Lungo è il percorso che ha portato alla costituzione del Consorzio: a  luglio 2014 - in risposta all’Avviso Pubblico di Manifestazione di Interesse per la ricerca di Sponsorizzazioni per il Padiglione Italia -  l’Associazione industriale Bresciana ha inviato a Padiglione Italia una Manifestazione d’Interesse, esprimendo la piena disponibilità a partecipare al progetto come Sponsor tecnico, insieme ad aziende del territorio bresciano, e offrendo il proprio contributo, prodotti, know-how e forniture per la progettazione, realizzazione e allestimento scenografico dell’opera iconica “Albero della Vita” e sostenendone interamente i costi, pari a circa 3 milioni di euro. Da qui, sono proseguiti i contatti con Padiglione Italia, che ha accettato la proposta bresciana.

Nel corso del 2015 oltre a tutte le attività all'interno della manifestazione Expo 2015, il Consorzio"Orgoglio Brescia" ha partecipato alla Biennale di Architettura a Chicago, invitato dallo Studio di progettazione dell'Arch. Stefano Boeri.

Il Consorzio ha così promosso la propria attività, incontrando: le istituzioni locali, il Console italiano, il responsabile economico dell'Ufficio del Sindaco, un rappresentante dell'ICE-Agenzia per il Nord America e il Canada, un importante Studio Legale del luogo, uno dei più grandi Studi di Progettazione ed una delle più importanti società di costruzioni di Chicago con cui si è sviluppato un contatto commerciale.

Terminato EXPO 2015, il Consorzio "Orgoglio Brescia" ha acquisito la capacità e l'autorevolezza sul mercato per proporre la propria formula per la continuazione dell'attività consortile con la realizzazione di nuove iniziative ed opere.

Scopri le interviste a Paolo Franceschetti, Presidente del Consorzio Orgoglio Brescia, e Giancarlo Turati, consigliere di Orgoglio Brescia con delega alla comunicazione, sui prossimi progetti del Consorzio.  

   

LE AZIENDE DEL CONSORZIO ORGOGLIO BRESCIA

AIB www.aib.bs.it; ALBERTANI CORPORATES   www.albertani.com; ALPIAH www.alpiah.eu, ATB RIVA CALZONI www.atbrivacalzoni.it, CALDERA GENERAL IMPIANTI www.gruppocaldera.it, CITTADINI  www.cittadini.it, CORBAT www.corbat.it, DUFERDOFIN NUCOR www.duferdofin.it, ELGEN  www.elgen.it

FASTERNET SOLUZIONI DI NETWORKING  www.fasternet.it, FERALPI SIDERURGICA  www.feralpigroup.com, FRATELLI MONCINI STONES www.moncini.it, ITALMESH www.italmesh.it, METALCAMUNA  www.metalcamuna.it, ORMIS www.ormisgroup.com, PORFIDO F.LLI PEDRETTI www.porfidopedretti.com, SI.AL. www.sial-srl.com, PALAZZOLI www.palazzoli.it, WOOD BETON  www.woodbeton.it

L’ALBERO DELLA VITA

L’Albero della Vita, icona di Expo Milano 2015, è l’opera interamente costruita dal Consorzio Orgoglio Brescia. E’ un vero e proprio simbolo dell’Italia intera, della sua rinascita, della sua gente, dei suoi giovani talenti, oltre ad essere paradigma dell'Italia imprenditoriale sana, che lavora e produce.

Immensa struttura in legno e acciaio, dall’altezza complessiva di 35 metri, è collocata al centro del Lake Arena. La struttura dell’Albero della Vita affonda le sue radici in uno dei periodi artistici più fervidi dell’arte italiana, il Rinascimento. Sul finire degli anni Trenta del XVI secolo, Michelangelo risistemava Piazza del Campidoglio su incarico papale, donandole una nuova forma e prevedendo una pavimentazione che eliminasse lo sterrato esistente. Proprio per questo pavimento, l’artista di Caprese disegnò una struttura complessamente simbolica, che partendo da un disegno losangato esterno culmina in una stella a dodici punte indicante le costellazioni.

Da questo disegno michelangiolesco, Marco Balich, direttore artistico di Padiglione Italia nonché produttore di grandi eventi e regista, ha mutuato la forma dell’Albero della Vita, una grandiosa costruzione a metà tra monumento, scultura, installazione, edificio, opera d’arte che oltre al Rinascimento rimanda a simbologie più complesse e comuni a molte culture, dove l’Albero della Vita è simbolo della Natura Primigenia, la grande forza da cui è scaturito il tutto. Concept e design sono di Gioforma – Milano. 

I NUMERI DELL’ALBERO DELLA VITA

19 aziende coinvolte

250 professionisti

150 tonnellate d’acciaio al carbonio

240 mq larice siberiano

500 mq di pietra

50 quintali di bulloni e flange

oltre 25 km di cavi

45 metri di “gonna”, l’elemento ligneo alla base dell’Albero della vita

42 metri di chioma

35 metri di altezza

200 giorni di lavori complessivi

90 giorni di lavorazione in cantiere per la realizzazione della struttura

1 studio di progettazione

CONTATTI

mail: orgogliobrescia@aib.bs.it
telefono: 030-2292.218