banner

Brescia: battuta d’arresto per le esportazioni (-3,2%)

  • Data pubblicazione: 12/09/2019

Nel secondo trimestre 2019 la dinamica delle esportazioni bresciane, che ammontano a 4.335 milioni di euro tra aprile e giugno 2019, è in calo del 3,2% su base tendenziale (rispetto allo stesso periodo del 2018). Si tratta del primo segno negativo dal quarto trimestre 2016. Risulta in crescita del 4,4%, invece, il dato congiunturale (rispetto al trimestre precedente). Le importazioni, pari a 2.464 milioni di euro tra aprile e giugno 2019, diminuiscono del 5,9% su base tendenziale e aumentano dell’1,3% su base congiunturale. Nel periodo gennaio-giugno 2019, rispetto al primo semestre del 2018, la tendenza negativa delle esportazioni bresciane (-1,4%) è peggiore rispetto a quella rilevata in Lombardia (-0,2%). In Italia, invece, la tendenza è stata positiva (+2,7%). Il saldo commerciale si mantiene positivo: 3.593 milioni di euro, in aumento del 3,7% rispetto a quello del primo semestre 2018 (3.466 milioni di euro).

Nel periodo gennaio-giugno 2019, tra i mercati di sbocco, su base annua, diminuiscono le esportazioni verso Germania (-2,7%), Francia (-2,8%), Stati Uniti (-4,9%), Turchia (-23,7%), Brasile (-24,7%). Crescono le vendite verso il Regno Unito (+2,8%). In termini di aree geografiche spiccano le dinamiche negative dell’Unione europea a 28 (-2,1%) e dei Paesi europei non UE (-5,9%). Positiva la dinamica dell’Asia (+1,8%) e dell’America centro meridionale (+1,7%).

In allegato il testo completo dell’indagine e i grafici a supporto