banner

AIB e Ufficio delle Dogane di Brescia: rinnovato il protocollo d'intesa

  • Data pubblicazione: 09/08/2019

L’Associazione Industriale Bresciana e l’Ufficio delle Dogane di Brescia rinnovano il protocollo di intesa, prevedendo una cooperazione attiva sino al 31 dicembre 2022. Obiettivo dell’accordo è quello di facilitare concretamente l’accesso ai servizi e la diffusione delle conoscenze in materia doganale e di accise, allo scopo di migliorare il grado di preparazione alla concorrenza internazionale del tessuto industriale bresciano.

L’intento comune di AIB e Dogane è ampliare la gamma delle iniziative messe a disposizione delle aziende associate, focalizzandosi su temi chiave che impattano positivamente sulla competitività del territorio attraverso la governance d’impresa: dalla gestione dei rischi alle leve di marketing internazionale all’accesso a semplificazioni e regimi doganali nell’ambito di precise strategie doganali.

In quest’ottica, il protocollo menziona anche la Fondazione AIB quale braccio operativo di iniziative formative con cui l’Ufficio delle Dogane potrà erogare formazione specializzata sui vantaggi doganali, quali ad esempio l’Autorizzazione AEO.

“Ritengo che le imprese possano cogliere importanti opportunità in termini di costi e di mercato se vedranno nella Dogana un partner strategico per i loro progetti di internazionalizzazione – commenta Filippo Schittone, Direttore di AIB –. Dal momento che alcuni importanti comparti della nostra industria, automotive e moda ad esempio, sono anelli di rilevanti catene del valore globale, e che quindi devono rispondere efficacemente e soddisfare richieste precise in termini di economie anche di natura doganale, è chiaro che il ruolo di questa Amministrazione sia davvero decisivo oltreché in evoluzione”.

“Il panorama attuale è caratterizzato da una forte dinamicità delle variabili influenzate dalle politiche commerciali dei vari Paesi che impattano sui confini doganali – aggiunge Enzo Spoto, Direttore dell’Ufficio Dogane di Brescia –. Le barriere tariffare e non tariffarie stanno quindi assumendo un peso sempre più rilevante nell’analisi degli scenari di mercato internazionali. Motivo per cui l’accordo con AIB costituirà un importante punto di riferimento per le imprese, oltre che un modello per definire nuove soluzioni nell’attuale contesto doganale”.