banner

Sanzioni dell’AGCM a sei imprese siderurgiche bresciane: un doveroso chiarimento

  • Data pubblicazione: 04/08/2017

Apprendiamo dalla stampa del provvedimento sanzionatorio dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che avrebbe accertato illeciti concorrenziali nei mercati del tondo per cemento armato e della rete elettrosaldata, provvedimento che coinvolge sei aziende del bresciano, nostre Associate.

Secondo l’Antitrust, le nostre Aziende sarebbero colpevoli di aver partecipato, alla luce del sole, alle attività istituzionali del sistema camerale nell’ambito dell’Osservatorio Prezzi, onorando un “dovere istituzionale”. Infatti, la rilevazione dei prezzi rappresenta un’importante attività nell’interesse della trasparenza del mercato ed è una delle storiche funzioni affidate agli Enti camerali sin dalla legge istitutiva delle Borse Merci del 1913; è prevista dalla L. n. 580/1993 come competenza tipica delle Camere di Commercio nella regolazione del mercato e nella rilevazione economico-statistica ed è stata specificamente confermata dalla recente riforma del sistema camerale del 2016.

Inoltre, le regole e le modalità della rilevazione dei prezzi sono puntualmente disciplinate dalla Camera di Commercio che esercita i dovuti controlli.

 

La certezza del diritto e l’accountability delle Istituzioni sono fondamentali per fare impresa e come Associazione Industriale Bresciana continueremo a impegnarci affinché queste condizioni fondamentali di agibilità siano assicurate alle nostre Aziende e a quanti al loro interno quotidianamente operano con serietà e impegno.

 

Marco Nicolai

Direttore Generale