banner

Iran: raggiunto l’accordo sul nucleare

  • Data pubblicazione: 16/07/2015

Il Piano d’Azione Comune – che comprende un testo principale e cinque allegati tecnici dettagliati, definito sulla base dei parametri generali convenuti a Losanna nell’aprile scorso – stabilisce un programma di lungo termine con limitazioni concordate sul nucleare iraniano e determinerà la revoca progressiva delle sanzioni adottate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nonché delle misure restrittive di natura economica e finanziaria imposte da Stati Uniti e Unione europea nei confronti dell’Iran.

In allegato la dichiarazione congiunta dell’Alto Rappresentante per la politica estera e di sicurezza UE e del Ministro degli esteri iraniano.

Come anticipato, il Piano d’Azione Comune prevede la rimozione delle misure restrittive poste in essere sino ad oggi da UE e USA ma soltanto a seguito di un percorso condiviso che consta di 3 distinti momenti:

1. “Finalizzazione”. È la fase attuale, di conclusione dei negoziati e di trasmissione del testo dell’accordo al Consiglio di Sicurezza dell'ONU che lo deve approvare.
2. “Adozione”. L’accordo entrerà in vigore a partire dal 90simo giorno successivo all’approvazione da parte del Consiglio di sicurezza ONU o da diversa data individuata dai paesi che hanno preso parte all’accordo.
3. ”Implementazione”. L’effettiva rimozione delle sanzioni diverrà efficace solo successivamente agli adempimenti previsti ed in particolare previa verifica, da parte dell'AIEA - l’Agenzia Onu specializzata per il nucleare - del rispetto di tutti gli adempimenti dell’Iran e dell’adozione da parte della UE delle necessarie modifiche ai regolamenti che hanno istituito le sanzioni.

Pertanto è fondamentale chiarire che le sanzioni NON SONO STATE RIMOSSE e che ad oggi resta in vigore l’impianto fondamentale delle sanzioni sia dell’Unione europea sia statunitensi.

È possibile richiedere i testi del Piano di Azione Comune (“Joint Comprehensive Plan of Action” - JCPOA) e dei cinque allegati tecnici (1. sul nucleare; 2. sulle sanzioni; 3. sulla cooperazione energetica sul nucleare civile; 4. su una commissione congiunta; 5. sull’implementazione).

 

Per maggiori informazioni e per ricevere i testi è possibile contattare l'Associazione Industriale Bresciana, Settore Sviluppo d’Impresa, Innovazione ed Economia – Ufficio Internazionalizzazione dell’A.I.B.: Dott.ssa Nicoletta Ghizzi - Viganò, Dott.ssa Erica Bazzana, - tel. 030 2292 331/336, e-mail:  estero@aib.bs.it