banner

Confindustria: raccolta segnalazioni casi di perdite economiche e commerciali dovute alla crisi Russo - Ucraina

  • Data pubblicazione: 02/07/2015

Si comunica alle Aziende Associate che, a seguito dell’estensione delle sanzioni economiche europee nei confronti della Federazione Russa (vedasi news del 2 luglio 2015 dell’Area Internazionalizzazione), il governo russo ha annunciato l’imminente proroga delle restrizioni all’import del settore agroalimentare dall’Europa introdotte nell’agosto scorso. Le restrizioni russe riguardano in particolare i comparti del caseario, dell’ortofrutta e, in parte, quello delle carni; il provvedimento dovrebbe formalizzarsi nei prossimi giorni e sembrerebbe possibile anche un’eventuale ampliamento del campo di applicazione.

Alla luce di tali sviluppi, Confindustria Nazionale, in collaborazione con le Associazioni Confederate come AIB, chiede alle aziende italiane di fornire aggiornamenti e dati in termini di calo di fatturato, cancellazioni di ordini ecc. derivanti dagli effetti della crisi Russo-Ucraina e dalle restrizioni di cui sopra.

Tali informazioni contribuiranno a rafforzare l’azione di sensibilizzazione che Confindustria sta portando avanti a tutela del sistema industriale nazionale, inquadrando in maniera puntuale la pesante situazione che le imprese italiane stanno subendo per effetto delle politiche sanzionatorie in atto.

L’Ufficio Internazionalizzazione di AIB rimane dunque a disposizione per raccogliere le informazioni sopra citate. La scadenza viene fissata al 15 luglio 2015.

 

Per maggiori informazioni è possibile l'Associazione Industriale Bresciana, Settore Sviluppo d’Impresa, Innovazione ed Economia – Ufficio Internazionalizzazione dell’A.I.B.: Dott.ssa Nicoletta Ghizzi - Viganò, Dott.ssa Erica Bazzana, - tel. 030 2292 331/336, e-mail:  estero@aib.bs.it