REACH: TEMPISTICHE DEGLI OBBLIGHI DI NOTIFICA DEI PRODUTTORI/IMPORTATORI DI ARTICOLI - RETTIFICA DELL`AGENZIA EUROPEA PER LE SOSTANZE CHIMICHE

Con riferimento agli obblighi di notifica ricadenti sui produttori e sugli importatori di articoli a seguito della pubblicazione della prima Candidate List, lECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche) ha pubblicato in data 04/11/2008 un comunicato, di seguito allegato, a parziale rettifica di quanto gi segnalato e di cui alla nota ECO72 dell`AIB notizie n. 41/2008.  

  

Come noto (cfr. art. 7 paragrafo 2 Reg. REACH), i produttori/importatori di articoli debbono [1]  notificare allECHA se larticolo, importato o prodotto in quantit superiori ad 1 tonnellata/anno, contiene in concentrazione superiore allo 0,1% peso/peso una sostanza elencata nella lista gi pubblicata il 28/10/2008 ma che, si ricorda, verr integrata di volta in volta con le nuove sostanze ritenute altrettanto pericolose (fino alla sua versione definitiva che trover collocazione nellall. XIV Reg. REACH - sostanze soggette ad autorizzazione).

 

La notifica degli articoli deve avvenire, precisa lECHA, con le seguenti cadenze temporali:

 

a)      per le sostanze incluse nella lista prima del 01/12/2010: entro il 01/06/2011;

b)      per le sostanze incluse nella lista il 01/12/2010 o dopo il 01/12/2010: entro 6 mesi dallinclusione.

 

LUfficio Eco90/Ambiente e Sicurezza rimane a disposizione per i necessitati chiarimenti (tel. 030.2292.295 o 403, fax 030.2292.293, email eco90@aib.bs.it).

[1] L`obbligo di notifica non sussiste nei casi previsti al paragrafo 3 dell`art. 7 del Reg. REACH laddove prevede che "il paragrafo 2 non si applica se il produttore o l`importatore pu escludere l`esposizione di persone o dell`ambiente in condizioni d`uso normali o ragionevolmente prevedebili anche in fase di smaltimento. In tali casi il produttore o l`importatore fornisce istruzioni adeguate al destinatario dell`articolo".

Documenti allegati