MUD 2008

Il termine per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD), per i dati relativi all`anno 2007, fissato, come per gli scorsi anni, al 30 aprile 2008.

Novit

Con l`entrata in vigore del Correttivo ambientale (D.Lgs. 4/08), torna  l`obbligo di presentazione del MUD per le imprese e gli enti che producono rifiuti NON pericolosi derivanti da lavorazioni industriali o artigianali e per i produttori di rifiuti non pericolosi derivanti dalle attivit di recupero e smaltimento rifiuti, di fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento fumi.

Sono esonerate, per i soli rifiuti non pericolosi, le imprese e gli enti produttori iniziali che non hanno pi di dieci dipendenti.

Sono inoltre esonerate dall`obbligo di presentazione del MUD le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti non pericolosi, di cui all`art. 212, c. 8

 Soggetti tenuti alla presentazione del MUD

  • i soggetti che effettuano a titolo professionale attivit di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • i soggetti che svolgono attivit di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti pericolosi;
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti non pericolosi di cui all`art. 184, comma 2, lettere c), d) e g) del D. Lgs. 152/06:

- rifiuti da lavorazioni industriali ed artigianali;

- rifiuti derivanti dalle attivit di recupero e smaltimento di rifiuti;

- i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi.

  • chi svolge attivit di raccolta, trasporto e trattamento di veicoli fuori uso e relativi componenti e materiali

Sono esonerati:

  • gli imprenditori agricoli di cui allart. 2135 del codice civile con un volume di affari annuo non superiore a 8.000;
  • le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti non pericolosi di cui allart. 212, c. 8;
  • le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che non hanno pi di dieci dipendenti;
  • i produttori di rifiuti pericolosi che conferiscano i medesimi al Servizio pubblico di raccolta previa apposita convenzione, in quanto in questo caso la comunicazione effettuata dal gestore del servizio limitatamente alla quantit conferita.

Modalit di presentazione

Si ricorda che deve esserepresentata una dichiarazione MUD per ogni unit locale.

Oltre alle schede anagrafiche, ogni dichiarante deve compilare e consegnare solo le sezioni MUD riguardanti la propria attivit; i soggetti che nel corso del 2007 non hanno effettuato alcuna attivit per la quale previsto il MUD non devono presentare un MUD.

E prevista la possibilit di presentare la dichiarazione su supporto cartaceo o su supporto informatico, a scelta del dichiarante, ad eccezione di coloro che eseguono attivit di gestione dei rifiuti, comprese le attivit di commercio e intermediazione, tenuti alla presentazione esclusivamente su supporto informatico.

La modulistica per la compilazione su supporto cartaceo e il software per la compilazione su supporto informatico (si ricorda che non possibile utilizzare il medesimo software dello scorso anno) possono essere richiesti alla Camera di Commercio o scaricati dal sito internet http://www.ecocerved.it. La modulistica e le istruzioni di compilazione (compreso il fac simile della busta) sono scaricabili anche dal sito dell`Associazione www.aib.bs.it, nella sezione download / Ambiente e sicurezza.

Il MUD deve essere spedito con raccomandata senza ricevuta di ritorno, in busta conforme al fac simile ministeriale, o consegnato a mano alla Camera di Commercio della provincia nel cui territorio ha sede lunit locale cui la dichiarazione si riferisce (per la provincia di Brescia: Via Luigi Einaudi 23 - 25125 Brescia). La busta deve riportare anche i dati relativi al soggetto che effettua la dichiarazione.

Dal 2003 possibile anche presentare il MUD per via telematica, tramite il sito www.mudtelematico.it , con utilizzo della firma elettronica (smart card).

Comunicazione semplificata

La sezione comunicazione semplificata < costituita da due fogli e pu essere compilata solamente da dichiaranti che rispettino contemporaneamente tutte le seguenti condizioni:

  • presentano la dichiarazione su supporto cartaceo;

  • sono produttori di non pi di tre rifiuti;

  • i rifiuti sono prodotti nella unit locale cui si riferisce la comunicazione;

  • per ogni rifiuto prodotto non utilizzano pi di tre trasportatori e pi di tre destinatari

2- SEZIONE DICHIARAZIONE INES (Inventario Nazionale delle Emissioni e delle loro Sorgenti) PER IMPIANTI IPPC

La dichiarazione INES riguarda la comunicazione dei dati di emissione delle attivit IPPC e contiene i dati relativi alle emissioni in aria e acqua. Deve essere effettuata dai gestori degli impianti di cui all`allegato I del D.Lgs. 372/99 nelle cui emissioni in aria e/o in acqua presente almeno uno degli inquinanti presenti nelle Tabelle 1.6.2 o 1.6.3 di cui all`allegato I al D.M.23/11/2001, in misura superiore al valore soglia corrispondente riportato nelle stesse tabelle.

Pur essendo stata inserita nel modello unico di dichiarazione ambientale, la comunicazione va inviata esclusivamente per via telematica, con utilizzo di smart card e seguendo le istruzioni reperibili dal sito www.dichiarazioneines.it , seguendo le nuove indicazioni che saranno disponibili a breve.

3 - SEZIONE COMUNICAZIONE VEICOLI FUORI USO

Con il DPCM 22/12/04 stata introdotta nel MUD la sezione, prevista dal D.Lgs. 209/03, destinata ad autodemolitori, frantumatori e rottamatori di veicoli a fine vita o fuori uso.

La presentazione della sezione "comunicazione veicoli fuori uso" pu essere effettuata esclusivamente su supporto informatico. Il sofware necessario scaricabile dal sito www.ecocerved.it

In particolare, i soggetti tenuti alla presentazione della comunicazione relativa ai veicoli fuori uso sono i soggetti che effettuano le attivit di raccolta, di trasporto e di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

I dati da riportare nella dichiarazione devono essere desunti dal registro di carico/scarico dei rifiuti; ove ci non fosse possibile, devono essere desunti da altri registri la cui tenuta sia obbligatoria per l`azienda. In ultima analisi possile effettuare il calcolo sulla base di una stima effettuata con la migliore accuratezza possibile; tale calcolo deve essere allegato al registro di carico e scarico dei rifiuti.

La sezione "comunicazione veicoli fuori uso" si articola in 4 sezioni:

Il soggetto dichiarante dovr compilare la sezione anagrafica e le necessarie schede AUT, ROT e FRA in relazione alle diverse attivit effettuate nella medesima unit produttiva.

DIRITTI DI SEGRETERIA

Insieme al MUD va consegnata lattestazione del versamento dei diritti di segreteria, da versare su C/C postale n. 330258 intestato alla C.C.I.A.A. di Brescia via Luigi Einaudi 23 - 25125 Brescia e che sono fissati in:

SANZIONI


La presentazione effettuata dopo la scadenza, ma entro 60 giorni (cio entro il 29 giugno 2008), comporta una sanzione da 26,00 a 160, 00 .

La presentazione successiva ai 60 giorni, l`omessa dichiarazione e la dichiarazione incompleta o inesatta comportano una sanzione da 2.600,00 a 15.500,00 (art. 258, comma 1, del d. lgs. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni).

 Per la sezione "veicoli fuori uso" la mancata, incompleta o inesatta comunicazione punita con la sanzione amministrativa da 3.000 euro a 18.000 euro stabilita dall`articolo 13, comma 7 del D.Lgs. 209/03.

Eventuali modifiche o integrazioni potranno essere comunicate unicamente attraverso la presentazione di una nuova dichiarazione MUD completa anche dei dati gi dichiarati. Sulla busta contenente tale nuova dichiarazione andr riportata la dicitura "ANNULLA E SOSTITUISCE LA PRECEDENTE DEL GG/MM/AAAA". La presentazione della nuova dichiarazione sottoposta al nuovo pagamento del diritto di segreteria e, nel caso sia presentata oltre il termine di scadenza, alle sanzioni previste al punto precedente

Le aziende interessate possono rivolgersi, per informazioni o chiarimenti, direttamente all`ufficio ECO90/ Ambiente e Sicurezza dell`Associazione.