D.: Le vendite dei nostri prodotti in Francia sono regolate tramite Lettre de Change Relev, mentre in Spagna ci facciamo pagare con bonifico bancario e/o con normali assegni bancari. Abbiamo saputo, per, che anche in Spagna esiste un sistema di incasso elettronico di tratte analogo a quello realizzato in Francia con la Lettre de Change Relev: vorremmo sapere se l'informazione avuta corrisponde al vero, come funziona tale sistema e in che cosa si differenzia da quello francese.

R.: S, l'informazione avuta corrisponde al vero, in quanto anche in Spagna esiste un sistema di incasso elettronico delle cambiali tratte analogo alla LCR - Lettre de Change Relev esistente in Francia. Viene denominato con la sigla IEF -  Incasso Electronico de Efecto (incasso elettronico di effetti).

Consente, come per la LCR, la sostituzione della materialit dei titoli in quanto sufficiente che il creditore, dopo aver concordato con il debitore spagnolo tale procedura di pagamento, fornisca alla banca italiana tutti i dati ricevuti dal proprio cliente spagnolo, circa il debitore stesso, le coordinate bancarie, l'importo, la scadenza e il riferimento della fattura.

Le disposizioni di incasso devono prevedere pagamenti presso banche spagnole e devono essere espresse in ESB (Pesetas) o in EUR.

Almeno 30 giorni prima della scadenza il creditore dovr consegnare alla propria banca la disposizione di incasso fornendole tutti i dati sopra descritti.

La banca italiana invier, su supporto elettronico, tali dati alla corrispondente in Spagna che, alla scadenza provveder ad addebitare  il debitore e ad accreditare l'importo "salvo buon fine" (SBF) alla banca italiana trasmittente i dati che poi, a sua volta, ripeter l'accredito al creditore.

Rispetto all'analogo sistema LCR, non possibile chiedere alla banca spagnola l'accettazione e i dati devono essere presentati alla banca almeno 30 giorni prima della scadenza, onde permettere il tempestivo inserimento nella procedura.

Anche con questo servizio si raggiunge lo scopo di una notevole riduzione di costi, ma soprattutto l'accredito si pu considerare definitivo trascorsi 15 giorni lavorativi dalla data di scadenza (potranno tuttavia essere addebitati insoluti, dopo tale termine, se giustificati da motivi legalmente rilevanti quali, per esempio, la forza maggiore, lo sciopero, la falsificazione).