La nozione di comprensorio, pur in assenza di una definizione contrattuale dello stesso, va intesa, come chiarito dalla giurisprudenza (cfr. Pret. Milano, 19 novembre 1987, in Lavoro 80, 1988, 142) come "lagglomerato territoriale e organizzativo nel quale si situa il centro abituale degli interessi sociali e familiari" dei lavoratori interessati dal trasferimento. Nellambito del comprensorio, pertanto, rimanendo immutato quel centro di interessi, resta indifferente leventuale modificazione della sede di lavoro del dipendente, da parte del datore.


C.C.N.L. per lIndustria Metalmeccanica Privata e per lInstallazione di impianti

Disciplina Generale, Sezione Terza

Art. 16
(Trasferimenti)


I lavoratori di et superiore ai 50 anni se uomini e 45 se donne, potranno essere trasferiti in altra sede solo in casi eccezionali da esaminare, a richiesta del lavoratore, in sede sindacale.

In caso di altri trasferimenti individuali dovr tenersi conto delle obiettive e comprovate ragioni che il lavoratore dovesse addurre contro il trasferimento, direttamente ovvero tramite i componenti delle Rappresentanze sindacali unitarie.

In ogni caso il trasferimento deve essere preceduto da un preavviso non inferiore a 20 giorni.

I trasferimenti collettivi formeranno oggetto di preventiva comunicazione alle Organizzazioni sindacali dei lavoratori e, a richiesta delle stesse, di esame congiunto.

La presente disciplina non si applica ai trasferimenti che vengono disposti nell'ambito del comprensorio.

Quanto sopra non si cumula con le eventuali regolamentazioni in materia derivanti da accordi aziendali.