D: La nostra societ produce attrezzature ed impianti per industrie in genere e li esporta in alcuni Paesi del medio oriente, dell'America del sud e dell'Asia, proponendo ai propri partner commerciali che il pagamento delle forniture avvenga a mezzo apertura di credito documentario irrevocabile e confermato.
Non sempre per la proposta in tal senso gradita agli acquirenti che chiedono, invece, di regolare il proprio debito con forme di pagamento meno onerose.
Esistono soluzioni alternative al credito documentario che siano meno onerose per il nostro cliente senza compromettere per la sicurezza dell'incasso?

R: Innanzitutto proviamo ad esaminare quali sono i costi che, generalmente, la banca emittente richieder al proprio cliente/ordinante e che, senza dubbio, spesso sono molto elevati in termini di spese e commissioni. Tanto pi se il Paese dell'ordinante un Paese rientrante tra quelli richiamati nel quesito.
Il compratore, infatti, oltre a dover offrire le garanzie necessarie ad istruire una linea di credito ad hoc, oppure ad utilizzare linee di credito gi esistenti, comuni a qualsiasi operazione che preveda l'impegno di un istituto di credito a garanzia del pagamento, l'ordinante dovr sopportare i seguenti costi che elenchiamo di seguito (senza per quantificarli in quanto variano da Paese a Paese):

Considerando che il vostro partner commerciale dovr, nella maggior parte dei casi, offrire alla banca le garanzie necessarie di cui abbiamo fatto cenno, proviamo ad esaminare quali possono essere le possibili soluzioni per ridurre gli oneri che l'acquirente deve sostenere.

  1. Una prima soluzione potrebbe essere quella di farsi carico di tutte le spese e le commissioni che l'acquirente dovrebbe sostenere con l'apertura di credito documentario. Questa soluzione di fatto si traduce in uno sconto concesso al vostro cliente che, probabilmente, vi costringe ad intervenire ulteriormente su quelli che sono i costi di produzione per verificare se sia possibile ridurli e in che misura.
    Due sono le soluzioni: concedere uno sconto forfettario che copra le spese e le commissioni bancarie del vostro partner, fidandovi di quanto lo stesso vi dir , oppure chiedere l'aiuto della vostra banca per informarvi circa l'ammontare dei costi stessi.
    Chiaramente tutto ci comporta un esame per valutare se, cos facendo, la fornitura risulti comunque conveniente.

  2. Altra alternativa la stand by letter of credit che consiste in un credito documentario a tutti gli effetti, essendo previsto espressamente dalle Norme ed Usi Uniformi relative ai crediti documentari (pubblicazione n. 500 della Camera di Commercio Internazionale di Parigi).
    La stand by letter of credit offre le stesse garanzie di pagamento del pi conosciuto credito documentario in quanto, anche in questo caso, siamo in presenza dell'impegno della banca emittente e/o della banca confermante richiamato precedentemente. La differenza rispetto al credito documentario consiste nel fatto che, con la stand by, l'impegno della banca scatta soltanto al verificarsi di una certa situazione sfavorevole per il beneficiario: quella, almeno nel caso prospettato, del mancato pagamento della fornitura.
    Facciamo un esempio per conoscere meglio il meccanismo dell'operazione. La vostra societ concorda con l'acquirente che il pagamento della fornitura avverr con bonifico bancario entro una data stabilita. A garanzia viene richiesta l'emissione di una stand by letter of credit con data di scadenza posteriore rispetto alla data stabilita per l'incasso del bonifico bancario. Se alla data pattuita non perviene il bonifico bancario a pagamento della fornitura, potrete, in virt della stand by letter of credit emessa a vostro favore, utilizzare la stessa presentando alla banca indicata le copie e/o le fotocopie dei documenti richiesti e una dichiarazione attestante che, a fronte della fornitura, non avete ricevuto il previsto incasso. Il vostro cliente quindi, disponendo l'emissione di una stand by, anzich di una apertura di credito, risparmier alcune commissioni viste precedentemente.

Per concludere, possiamo affermare che la stand by letter of credit una forma particolare di credito documentario il cui scopo analogo a quello della garanzia di pagamento, in quanto serve ad assicurare il pagamento in caso di inadempienza da parte dell'ordinante, con il vantaggio di essere regolata dalle NUU, pubblicazione 500. Nel caso di forniture singole o distanti nel tempo il compratore potrebbe essere reticente a far emettere una stand by preferendo l'emissione di un credito documentario, mentre, qualora vi siano forniture ripetitive (un ordine aperto) pu essere conveniente utilizzare la stand by, il cui importo sar pari alla massima esposizione dell'esportatore.
Esempio: nel caso di un ordine di USD 1.000.000 che preveda 10 forniture da eseguire mensilmente, per un valore di USD 100.000 cadauna, pagabili con bonifico bancario a 60 giorni dalla data di spedizione della merce, il compratore che richiede alla propria banca l'emissione di una stand by impegner il proprio fido, presso la banca emittente, per un importo di circa 300/400.000 dollari, che rappresenta il massimo della sua esposizione nei confronti del venditore. Se avesse disposto l'apertura di una lettera di credito avrebbe impegnato il fido per il totale della fornitura: USD 1.000.000. Inoltre avrebbe sostenuto dei costi riguardanti le commissioni fidejussorie per l'utilizzo del fido calcolate sempre sull'importo totale dell'utilizzo (vale a dire USD 1.000.000), anzich sui 300/400.000 USD della stand by.