D: Ci viene notificato dalla Banca di Roma un credito documentario emesso dal BancoMonserrat S.A. Rosario - Argentina - per l'importo di 58.000,00 dollari, secondo la dicitura che riportiamo di seguito: "We hereby issue an irrevocable and confirmed documentary credit number 00000 for an amount of ." ("Con la presente emettiamo un credito documentario irrevocabile e confermato numero 000000 per un importo di ").
Effettuata la spedizione per l'inoltro della merce al nostro cliente argentino, secondo quanto concordato, ed entro i termini previsti nel credito documentario, prepariamo i documenti richiesti nel credito stesso e li consegniamo alla Banca di Roma per l'utilizzo.
Eravamo sicuri di avere un credito confermato cos come scritto nel testo sopra riportato.
La Banca di Roma, invece, ci ha risposto che il credito in oggetto non da considerarsi confermato ai sensi dell'art. 9 delle Norme ed Usi uniformi (NUU), relativi ai crediti documentari e quindi ci stato notificato senza l'assunzione di alcun impegno da parte della stessa banca.
Vorremmo un vostro parere al riguardo e sapere se il comportamento
della banca stato corretto

R: L'art. 9 comma b) delle Norme ed Usi uniformi (NUU) relativi ai crediti documentari (pubblicazione n. 500 della Camera di Commercio Internazionale di Parigi) recita come segue:
"la conferma di un credito irrevocabile da parte di altra banca (banca confermante), su autorizzazione o richiesta della banca emittente, costituisce un impegno inderogabile della banca confermante.".
Dalla lettura dell'art. 9 delle NUU si desume che la Banca di Roma, per confermare il credito, assumendosi quindi un impegno autonomo ad eseguire la prestazione prevista, abbia bisogno che la richiesta o l'autorizzazione alla conferma, sia espressa in modo chiaro da parte della banca emittente e cio , nel caso in oggetto , dal Banco Monserrat S.A.
Di solito questa richiesta viene espressa con frasi del tipo: "Please add your confirmation" ("Vi preghiamo di aggiungere la Vostra conferma") oppure, "Add your confirmation" ("Aggiungete la Vostra conferma"), oppure pi semplicemente con il termine "with", nel campo 49 della messaggistica "swift", relativa alle istruzioni di conferma.
I crediti emessi con frasi del tipo "we hereby issue an irrevocable and confirmed documentary credit", cos come da voi riportato, non vanno intesi come richiesta di aggiungere la conferma. Il termine "and confirmed", nulla aggiunge all'impegno irrevocabile ad eseguire la prestazione da parte della sola banca emittente. Pertanto la Banca di Roma ha operato correttamente in quanto non le stato richiesto espressamente, almeno da quanto appare dalla vostra lettera, di aggiungere la conferma con una frase del tipo di quelle sopra menzionate.
E' importante inoltre sottolineare che, la banca a cui viene richiesto di aggiungere la conferma, lo far solo se lo riterr . Il gi citato art. 9 delle NUU, infatti, al comma c) recita:

"Salvo che la banca emittente disponga diversamente nella propria autorizzazione o richiesta di aggiungere la conferma, la banca avvisante pu avvisare il credito al beneficiario senza aggiungere la propria conferma".

Nell'articolo appena riportato viene usato il verbo "pu" e non "deve", in quanto la banca richiesta di confermare il credito, prima di dare il proprio assenso, far alcune valutazioni circa l'assunzione o meno dell'impegno previsto nel credito stesso.
"Se altra banca viene autorizzata o richiesta dalla banca emittente di aggiungere la propria conferma ad un credito, ma non disposta a farlo, deve darne comunicazione, senza ritardo, alla banca emittente" (art. 9 NUU).
Per concludere possiamo dire che la banca confermer un credito documentario soltanto se:

  1. l'apertura di credito aperta in forma irrevocabile, ossia rappresenti un impegno da parte della banca emittente. La conferma di un credito revocabile senz'altro possibile da un punto di vista giuridico, ma sar difficile che una banca accetti di rischiare una promessa di pagamento su questa base;
  2. il credito contiene chiaramente la richiesta o l'autorizzazione della banca emittente;
  3. il credito sia utilizzabile e pagabile presso la banca confermante;
  4. la banca avr valutato positivamente oltre che l'assicurabilit del Paese in cui risiede la banca emittente, anche la solvibilit e l'affidabilit della stessa, in quanto, proprio perch la conferma rappresenta un impegno autonomo ad eseguire una prestazione a favore del beneficiario, la stessa equivale ad una concessione di fido da parte della banca confermante nei confronti della banca emittente