banner

Cambiare prospettiva per innovare - 11.09.2018

  • Data: 11/09/2018
  • Ora: 17:30 - 19:30
  • Luogo: ISFOR, via Pietro Nenni 30, 25124 Brescia
  • Settore: RAPPORTI CON ASSOCIATI
  • Area: RAPPORTI CON ASSOCIATI
  • Info: zone@aib.bs.it

Il Comitato della Zona Brescia, presieduto da Marco Baresi, propone alle aziende che fanno parte della zona, anche non associate, il primo di una serie di appuntamenti di confronto tra imprenditori, su uno dei driver strategici di ogni azienda: solo cambiando la prospettiva è possibile innovare.

L'evento si sostanzia in due momenti fondamentali: un confronto tra imprenditori sulla base di una visione strategica attuata nelle proprie aziende e successivi tavoli di lavoro a cui prenderanno parte i partecipanti all’evento. Attraverso una discussione basata su casi aziendali ed un confronto aperto tra gli imprenditori, sarà possibile attivare una contaminazione positiva tra imprese.





Come si svolgerà la prima parte dell’evento

Obiettivo del dibattito, aperto da Marco Baresi e coordinato dal prof. Mario Mazzoleni, sarà quello di delineare attraverso quali driver e quali scelte strategiche un’azienda può pensare di fare innovazione, imparando a guardare da una prospettiva differente la propria realtà aziendale e facendosi contaminare positivamente dall’esterno. Il tutto in modo concreto, con la proposizione di due case history d’eccellenza del territorio: quello della Copan, attraverso il CEO Stefania Triva, e quello della Ori Martin, con il CEO Roberto De Miranda. Casi che riguardano la manifattura più classica, come il comparto della siderurgia e quello delle materie plastiche, e non quelli considerati tradizionalmente più d’avanguardia.

I tavoli di lavoro

Dal confronto tra il moderatore e i due protagonisti, si cercheranno di portare all’attenzione dei presenti, tre driver fondamentali che saranno oggetto di discussione dei successi tavoli di lavoro, dove i partecipanti potranno interagire tra di loro, conoscersi e portare una propria opinione sul tema.

L’evento sarà a numero chiuso, per un massimo di 45 partecipanti.